Incontri

 
     
IN VIDEOCONFERENZA “CONOSCI TE STESSO” CON VIRGINIA VANDINI

IN VIDEOCONFERENZA “CONOSCI TE STESSO” CON VIRGINIA VANDINI

apr 19 2020

di SILVANA LAZZARINO – L’INIZIATIVA. Si terrà online attraverso una piattaforma dal sito dell’associazione “Il Valore del Femminile”. Appuntamento giovedì dalle ore 20.30 alle ore 22 

 
 Virginia Vandini

Non sempre lungo il corso della propria vita risulta facile prendere scelte, decisioni importanti specie se si è di fronte ad un cambiamento da attuare per il proprio benessere. Ad ostacolare decisioni spesso utili sono i condizionamenti del passato che creano insicurezza impedendo di procedere in libertà e con consapevolezza. Per giungere a scelte consapevoli è necessario partire dalle proprie emozioni al fine di riconoscerle e gestirle con equilibrio, anche attraverso il cambiamento; inoltre per costruire relazioni di scambio e confronto con l’altro senza giudizio, sono necessarie l’ascolto e l’accoglienza, ma il primo ascolto deve avvenire dentro sé stessi.

Alla base del lavoro e delle attività dell’Associazione “Il Valore del Femminile” di cui è presidente Virginia Vandini Sociologa, Supervisor, Trainer Counselor, Immaginalista, sono proprio queste tematiche, trattate e affrontate in corsi, seminari e workshop esperienziali dalla stessa. Virginia Vandini insieme al suo staff formato tra gli altri da Antonella Aloi, Maria Lavinia Biasi, Stefania Ricci, Anna Maria Morsucci, e Chiara Cesaro. Si tratta di percorsi formativi legati anche alla crescita personale che affiancano la “Scuola di Counseling Umanistico Centrata sulla Persona” diretta da Virginia Vandini volta a formare professionisti nel settore e anche ad arricchire quanti interessati all'argomento.

Sempre nell’ambito delle sue attività Virginia Vandini si è soffermata sull’esigenza di dare nuova visibilità al concetto di unicità propria di ciascun individuo, valorizzandola. Da qui è nato il famoso Progetto “PORTATORI DI UNICITÀ. INDIVIDUA IL TALENTO SVILUPPA LA SOLIDARIETÀ” che nel valorizzare proprio l’unicità di ogni singolo, si propone quale formula educativa volta a facilitare le persone nell’acquisizione di conoscenze, tecniche e strumenti e nello sviluppo di competenze e abilità.

Ideato da Virginia Vandini e dal suo staff in collaborazione con la Facoltà di Sociologia e Scienze della Comunicazione dell’Università “La Sapienza” di Roma, il progetto è stato presentato il 27 luglio del 2018 presso la Sala della Regina di Montecitorio in piazza del Parlamento a Roma. Mirando a sviluppare competenze e abilità, il progetto aiuta a dare risalto alla propria originalità portando così i semi di questa esperienza nella vita di tutti i giorni. Ogni persona è portatrice di un proprio requisito, unico da valorizzare, ogni persona ha in sé diverse potenzialità da esternare e accrescere. 

 
 

Molti aspetti di sé restano celati, poiché messi in ombra da un ascolto istintivo, o legato ad esperienze passate condizionanti. Da non perdere il percorso esperienziale condotto da Virginia Vandini: “CONOSCI TE STESSO - Percorso esperienziale di scoperta, contatto e ascolto del Daimon” che si svolge online attraverso una piattaforma di videoconferenza (dal sito dell’Associazione) giovedì 23 aprile dalle ore 20.30 alle ore 22. Durante l’incontro viene proposta la scoperta del sé: come entrare in ascolto di quella dimensione sottile che in modo inconsapevole partecipa all’esistenza, ai fatti che accadono e di cui si è protagonisti o spettatori. In questi incontri partendo dal fatto che la maggior parte delle proprie scelte avviene in modo consapevole solo per il 50% rispetto alla reale natura delle cose, le persone imparano a recuperare l’altra metà della mela, quelle delle ombre, dell’anima. In questo modo si potrà riuscire così a dialogare con il Daimon lo spirito guida per arrivare come sottolinea la stessa Virginia Vandini “ad una comprensione più profonda e completa della vocazione e del progetto di bellezza che si è chiamati a manifestare nel cammino”.

Alla base di questo laboratorio vi è un lavoro che da molti anni Virginia Vandini porta avanti nei suoi gruppi a partire dalla prospettiva umanistica immaginale che attinge alle tradizioni sia occidentali con Rogers, De Marchi, Jung e Hillman, sia orientali con Naropa, Milarepa e Aurobindo.  Durante il percorso che prevede diversi incontri, oltre questo, viene dato risalto a metodologie diverse che procedono dalle costellazioni archetipiche alle meditazioni, alle letture e tecniche acquisite da antiche tradizioni yogiche, tantrico-sciamaniche.

SILVANA LAZZARINO