Incontri

 
     
SERRADIFALCO, PADRE RANDAZZO SUL BANCO FARMACEUTICO: BILANCIO POSITIVO

SERRADIFALCO, PADRE RANDAZZO SUL BANCO FARMACEUTICO: BILANCIO POSITIVO

feb 12 2020

di MICHELE BRUCCHERI – LA RACCOLTA. Partecipazione attiva e risposta convincente da parte di tutti. Il vescovo Russotto benedice l’impegno in favore “dei farmaci per le persone bisognose”

 
 Il vescovo Mario Russotto e padre Salvatore Randazzo

Un piccolo paese – Serradifalco – ma dal cuore veramente grande. La risposta della comunità, a sostegno del Banco Farmaceutico, è stata corale e positiva. “Ottimo”, si lascia andare padre Salvatore Randazzo. Il presidente della meritoria associazione “Don Pino Puglisi onlus” traccia un bilancio favorevole: 388 farmaci, di tipologia diversa, è la preziosa raccolta della settimana di sensibilizzazione.

Dal 4 al 10 febbraio, infatti, c’è stata una grande mobilitazione. Una partecipazione attiva di persone e di volontari. Il sacerdote ringrazia tutti, per la bella risposta sociale. In favore del territorio più debole e bisognoso. “Con il gioco di squadra, si vince sempre”, sentenzia efficacemente il prete. La raccolta delle medicine, ovviamente, è avvenuta in collaborazione con le due farmacie locali, con le famiglie e con i commercianti del paese.

Nonostante la forte crisi economica, dinanzi alla solidarietà Serradifalco si scopre con un cuore grande e generoso. Padre Randazzo, ieri pomeriggio, frattanto, in occasione della Giornata dell’Ammalato ha celebrato una santa messa, presso la Chiesa Madre, per ringraziare tutti. E su tutti, il Signore. Una messa di ringraziamento alla quale ha partecipato il gruppo di visitazione della parrocchia San Leonardo Abate.

La Voce del Nisseno è riuscita ad avere la lettera del vescovo della diocesi nissena, Mario Russotto. Ecco i passaggi salienti: “Ben volentieri accolgo l’invito di padre Randazzo di accompagnare con la mia benedizione il vostro nobile operato di raccolta dei farmaci per le persone bisognose”. Ed ancora: “È un gesto di carità che nobilita soprattutto voi che lo fate. Le statistiche attuali infatti sono impietose nel trasmettere i dati sulle povertà e ciò che colpisce di più – prosegue il vescovo – è proprio il dato che indica le persone che, per carenza di risorse, non possono nemmeno permettersi una cura adeguata per il loro stato di salute”.

“Vi auguro con tutto il cuore – conclude il vescovo Russotto – di progredire in questa missione di vicinanza e di farvi ‘sentinelle di prossimità’ verso i lontani, ma anche verso i vicini, ovvero verso coloro i quali non mostrano apparentemente e per discrezione di avere bisogno, non solo di aiuto materiale ma anche di una semplicissima parola di conforto”. La lettera episcopale è di ieri, giorno della Vergine di Lourdes.

Infine, c’è da segnalare che si sta provvedendo a far sistemare una stanza presso il Purgatorio per trasferire il servizio del Banco Farmaceutico. È in fase di attivazione, dunque, questo importante e prezioso servizio nella chiesa Santa Maria del Carmelo. Qualche giorno addietro, il vescovo Russotto ha nominato appunto padre Randazzo co-rettore del Purgatorio.                    

MICHELE BRUCCHERI