Incontri

 
     
AIDO DI CANICATTÌ, ELETTA LA NUOVA PRESIDENTE: SI TRATTA DI GABRIELLA GIARRATANA

AIDO DI CANICATTÌ, ELETTA LA NUOVA PRESIDENTE: SI TRATTA DI GABRIELLA GIARRATANA

feb 11 2020

di MICHELE BRUCCHERI – ASSOCIAZIONISMO. Sarà alla guida dell’organismo intitolato ad “Elide Cangialosi”. Rinnovato anche il direttivo: “Organizzeremo e parteciperemo ad eventi e convegni” 

 
 Gabriella Giarratana

Gabriella Giarratana eletta presidente del gruppo comunale Aido di Canicattì. Un incarico importante e prestigioso, ma anche assai oneroso. L’assemblea, dunque, ha scelto la nuova responsabile locale dell’organismo che si occupa della donazione degli organi. Era vice presidente uscente. Una persona affabile e dinamica, di straordinaria sensibilità e generosità.

All’assemblea elettiva erano presenti, tra gli altri, anche il presidente dell’Aido provinciale di Agrigento, Antonio Lauricella, il presidente dell’assemblea, Salvatore Urso, nonché il segretario Giuseppe Vitello.

Domenica mattina è stato eletto anche il nuovo direttivo comunale. Oltre alla neo presidente Gabriella Giarratana, ne fanno parte Gaspare Bancheri (vice presidente vicario) e Vincenzo Bellanca (vice presidente). Ed ancora: Antonio Lauricella (amministratore) e Vincenzo Lauricella (segretario). Come si sa, è presidente nazionale la dottoressa Flavia Perin.

I soci del gruppo comunale Aido “Elide Cangialosi” di Canicattì sono: Nora Puzzangara, Diega Saieva, Fabio Manna, Vincenzo Daniele, Flavia Lauricella e Diego Noto. “Ringrazio tutti per la fiducia - commenta Gabriella Giarratana contattata da La Voce del Nisseno -. E per il grande affetto. È per me un onore essere stata eletta presidente. Grazie a tutti i soci. Proseguirò con impegno e costanza e insieme, tutti, direttivo e soci, lavoreremo per sensibilizzare l’opinione pubblica e per informarla adeguatamente. Ribadisco che la donazione di organi è vita, donare è vita”.

Gabriella Giarratana - che è anche donatrice di sangue, da un paio d’anni, presso Advps di Agrigento e socia da poco più di tre anni dell’associazione “La forza delle donne” - conclude: “Continuerà anche il nostro impegno nelle scuole, nelle chiese e organizzeremo e parteciperemo ad eventi e convegni”.

MICHELE BRUCCHERI