Incontri

 
     
NAPOLI, “MEXICO86” IN PRIMAVERA CON UN NUOVO ALBUM

NAPOLI, “MEXICO86” IN PRIMAVERA CON UN NUOVO ALBUM

gen 14 2020

di MICHELE BRUCCHERI – MUSICA. Sarà la terza incisione discografica del gruppo. Nelle scorse settimane è uscito il singolo “Non è normale”. La band partenopea, a supporto, ha un video 

 
 

Un paio di mesi addietro è uscito il singolo dal titolo "Non è normale". A poco più di tre anni dall’ultimo album "Sprovveduta”, ristampato nel 2017 dalla label INRI, i Mexico86 annunciano la pubblicazione del nuovo album. Sarà ancora l’etichetta torinese (nel roster Levante, Dardust, Ex Otago, Linea77) a pubblicare nella prossima primavera il terzo lavoro discografico del gruppo napoletano.

Il brano apripista conferma il percorso artistico della band partenopea dal sound indie folk rock e dimostra ancora una volta la loro grande capacità di scrittura e la spiccata sensibilità pop. È stato registrato e mixato presso il Monopattino Studio Recordings da Peppe De Angelis (già collaboratore di Vinicio Capossela, Brunori SAS, Marlene Kuntz, Negramaro, Daniele Silvestri, Verdena, Afterhours, Almamgretta, Bluvertigo), ed è stato masterizzato da Giovanni Versari presso La Maestà Mastering (Muse, Verdena, Il Teatro degli Orrori, Fabi Silvestri Gazzè).

A supporto di "Non è normale” c’è anche il video prodotto da Boid factory e Sixim lab e diretto dal regista Michel Liguori - con protagonista la giovane modella Naomi de Bock - che esalta un brano che è un pugno in pieno volto dove i ricordi vivono nel presente e galleggiano nella testa dell'ascoltatore. 

"Non è normale” è un brano dal groove che ci riporta negli anni ‘90: muff, delay, moog, synth e tromba incalzante danzano su riff di chitarre taglienti che fanno venire in mente i Weezer, Placebo, the Strokes e la dolcezza romantica dei Belle and Sebastian.

"Non è normale restare a guardare la vita che gioca a far finta di niente – ammette la band napoletana -. Non è normale nemmeno provare a mentire, mentre un amore si spegne. Non è normale che tormento e passione, stupore ed illusione, sogno e disperazione, danzino insieme per sprofondare nel blu profondo senza fine; nel blu che non fa sconti a chi non sa nuotare. Tenersi a galla è facile, sprofonda chi ha il coraggio di affrontare il mare in tempesta, sprofonda chi vive, non è normale affondare soltanto per chi resta a guardare".

Alle spalle vantano la partecipazione a numerosi festival affiancando artisti come James Senese, Marco Zurzolo, Foja, Meganoidi, Allabua, Clementino, 99 Posse. Di recente sono stati selezionati per il cast live del prestigioso Festival del Fumetto Napoli Comicon 2017 suonando dinanzi a migliaia di persone.

 

MICHELE BRUCCHERI