Incontri

 
     
NAPOLI, CONCERTO E MERCATINO ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO: GRANDE SUCCESSO E BUONA AFFLUENZA

NAPOLI, CONCERTO E MERCATINO ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO: GRANDE SUCCESSO E BUONA AFFLUENZA

dic 15 2019

di DANIELA VELLANI – LA SCUOLA. Eventi strepitosi presso la struttura guidata dalla preside Maria Loreta Chieffo. Un tenero pensiero per la professoressa Paola Ciofaniello, recentemente volata in cielo  

 
 

 

Anche quest’anno l’I.C. Nevio di Napoli diretto dalla dirigente Maria Loreta Chieffo ha organizzato eventi strepitosi in occasione dell’approssimarsi delle feste del Santo Natale che, malgrado l’imperversare del mal tempo, hanno ottenuto successo e notevole affluenza di pubblico. Il primo si è svolto giovedì 12 dicembre presso la sala teatro dell’Istituto. Si è trattato del concerto de “I Coro…nati della Cinquegrana” che hanno presentato “O Voi Ch’errando gite”: il Viaggio musicale della melodia partenopea attraverso i secoli. Diretto dal M° Rosario Totaro, accompagnato al pianoforte dal M° Pietro Liguori e con la collaborazione dei docenti Roberta Dell’Angelo, Monica Matrullo e Marco Scialò, il coro costituito da più di trenta bambini di ogni età, si è esibito brillantemente.

 

Le esecuzioni sono state variegate e intervallate da voci narranti che hanno letto testi in napoletano dalle tematiche interessanti e arricchenti culturalmente. Anche le canzoni sono state estrapolate dalla migliore tradizione partenopea e sono state frutto di un’accurata ricerca storica, attraversando i secoli a partire dal XVI secolo. Con coinvolgimento e grande emozione i cantanti in fieri hanno così tessuto con le loro armoniose e belle voci bianche nove canzoni: Villanella ch’all’acqua vaje, Saccio ‘na cosa, Suonare il colascione, Tiritomba, Luna Nova, Ninna nanna dei zampognari napoletani, Nennillo mio, Viato a te del M° Totaro e infine Furturella di Cinquegrana-Gambardella il tradizionale e vivace omaggio al musicista che dà il nome ad un plesso dell’Istituto, diventato ormai l’emblema del coro. La soddisfazione è stata grande per tutti, protagonisti grandi e piccoli, genitori e naturalmente per la dirigente. Si è creata una grande sinergia e a gran richiesta e con coinvolgimento di tutti i presenti il coro a gran richiesta ha eseguito nuovamente Furturella simpaticamente concluso con un liberatorio lancio dei quaderni di musica. 

 
 

 

Il secondo evento si è svolto ieri presso i due plessi dell’Istituto. Si è trattato del tradizionale mercatino/mostra di Natale a cui sono accorsi non solo familiari degli alunni, ma anche abitanti e negozianti del circondario, nonché ex alunni. Si sono potute ammirare creazioni realizzate nei vari laboratori creativi. Si sono svolte anche performance musicali, ascoltare esecuzioni musicali al pianoforte, ai flauti e alle percussioni, “Talenti in mostra” e “Percussioni in… movimento”, che hanno messo in luce capacità e risorse di diversi alunni.

 
 

 

Come sempre tutto si è svolto in un clima accogliente, familiare e festoso. Nel corso del via vai tra le svariate bel addobbate bancarelle gli avventori hanno potuto non solo effettuare un piacevole shopping e acquistare manufatti originali e artistici, ma anche degustare specialità dolciarie e rustiche nostrane e straniere al banco “Dulces espanoles”. Esposti in una festa di colori vivaci e natalizi gli oggetti realizzati anche con materiale riciclato e rigorosamente naturale, “plastic free”, c’era di tutto di più: artistici alberelli e ghirlande di Natale, soprammobili a tema natalizio, centrotavola, portacandele e diffusori di profumo, borse e borselli decorati, bigiotteria, piatti, vasetti e suppellettili dipinti a mano, sottopentole e sottobicchieri, palline e originali decorazioni per l’albero di Natale, biglietti d’auguri e oggetti  “partoriti” al computer con una stampante tridimensionale ed esposti al banco tecnologico laboratorio “Sostenetemi”.


Tutto questo è stato possibile grazie all’arte maieutica dei docenti che ha non solo favorito l’espressione di risorse e potenzialità degli alunni, ma anche l’inclusione e la solidarietà col banco “Save the children”. Come sempre il rapporto scuola-famiglia è stato collaborativo e vivo. Molti genitori hanno contribuito ad arricchire i buffet preparando gustose ricette e prevedendo anche eventuali intolleranze al glutine e al lattosio e lo spazio gastronomico è stato anche occasione di educazione alimentare.

 

L’evento si è svolto in un clima festoso con una varietà di interventi di spessore e creatività. Ha valorizzato le risorse di tutti: dagli alunni ai docenti, dai genitori allo staff dirigenziale e a tutto il personale della scuola. Tutti si sono sentiti parte di una grande famiglia all’insegna della “bellezza” e dello di stare insieme armoniosamente. E sicuramente la cara professoressa Paola Ciofaniello, che da pochissimo tempo è volata in cielo, ha sorriso con la sua dolcezza osservando le attività di cui è stata grande maestra con passione, dedizione e con preziose iniziative e gran senso dell’organizzazione.

 

DANIELA VELLANI