Incontri

 
     
ANNA FERRIERO NUOVA AGGIUNTA PREZIOSA NELLA COSTELLAZIONE DELLE STELLE LETTERARIE

ANNA FERRIERO NUOVA AGGIUNTA PREZIOSA NELLA COSTELLAZIONE DELLE STELLE LETTERARIE

ott 03 2019

di MICHELE BRUCCHERI – L’INTERVISTA. Nominata membro del WNWU, la giovane poetessa campana ha inanellato ulteriori successi. E li racconta dal microfono de La Voce del Nisseno  

 
 

Anna, tu sei membro WNWU Unione Mondiale degli Scrittori nazionali del Kazakistan. Cosa significa per te?

È un grande onore! Quando il 7 settembre scorso, il poeta pakistano Muhammad Shanazar mi nominò membro del WNWU (World National Writer’s Union) – Membro dell'Unione Mondiale degli Scrittori della Nazione della Repubblica del Karzakistan, credevo fosse un complimento come tutti gli altri, ma in quel momento, non mi resi conto della luce che il mio cuore stava accogliendo. Il poeta pakistano mi presentò come AGGIUNTA PREZIOSA NELLA COSTELLAZIONE DELLE STELLE LETTERARIE. Mai avrei immaginato così tanto amore.

Ultimamente ci sono stati importanti traguardi che hanno arricchito la tua vita, umanamente e culturalmente. Ci fai il riassunto delle puntate precedenti?

Il 26 maggio 2019 fui membro di giuria (giuria popolare) della seconda edizione al Concorso Letterario e Fotografico “La voce della Natura” indetto dalla dottoressa Carmela Gabriele. Gennaio 2019: IV Premio Letterario Nazionale “CITTÀ DI FILETTO” – Premio all’Internazionalità per la poesia italiana, tradotta in spagnolo LA FUERZA DE LA DIVERSIDAD e da quel momento, è come se la mia barca avesse cambiato rotta perché i miei versi sono stati conosciuti ed accolti dal Mondo estero, in modo particolare dalla fascia balcanica.

Sempre a maggio di quest’anno…

Maggio 2019: XXX edizione Панонски Галеб (Panonski Galeb, Serbia), finalista con l’opera tradotta in lingua inglese THE INFINITE STILL EXISTING (L’INFINITO MAI ESTINTO) dedicata a Giacomo Leopardi – Secondo posto, autori stranieri (Diploma d’argento). Maggio 2019: concorso serbo SINĐELIQUE CHEGARSKA FIRE 29 sezione "stranieri" con l’opera poetica “AGOSTO”. Maggio 2019: 51 FESTIVAL DELLA POESIA GIOVANILE (VRBAS) (51. Festival poezije mladih u Vrbasu) – dieci poesie in lingua inglese e tradotte in serbo, sono state pubblicate nella facoltosa antologia letteraria “Trag”.

E a giungo?

Giugno 2019: QUINTA COMPETIZIONE,"SONG ANDRIĆCITY 2019", Serbia, Sez. ELENCO DEGLI AUTORI PLURIPREMIATI – con la poesia “QUEL SORRISO È RINATO GIOVANE”. Giugno 2019: CERTIFICATO DI APPROVAZIONE, International Association of Izdikhan poets and writers (Associaizone Internazionale di Izdikhan poeti e scrittori Medio Oriente) conferitele dal poeta e scrittore arabo Khalid Sheikh (خالد الشيخ). LUGLIO 2019: la poesia tradotta in lingua croata SE FOSSI POESIA è rientrata all'interno della prestigiosa raccolta poetica SARAJEVO NA DLANU, diretta dal poeta e radiofonico croato (RADIO SNOVA) Zdravko Odorčić. Dragan Urošević, poeta e insegnante elementare presso il villaggio della scuola elementare di Čungula, “Stojan Novakovic” a Blace, Serbia, mi ha fatto recensire la sua raccolta poetica ОСТРВО ЉУБАВИ (ISOLA D’AMORE).

 
 

Complimenti. Tu sei anche una Maester Reiki. Ci illustri qual è il tuo ruolo?

Sono sempre stata attratta dalla medicina olistica e ho sempre amato la filosofia trascendentale. Ho mosso i primi passi attraverso lo studio filosofico della figura di Shelling per il quale, l’IO equivale alla NATURA. Essa viene prima dell’IO in quanto è PREISTORIA DELLA COSCIENZA ovvero INTELLIGENZA CERTIFICATA poiché si è data una forma solida e concreta.

Cosa significa Reiki?

Il Reiki è l’unione dell’energia divina ed inesauribile (REI) + l’energia umana, terrena ed esauribile (KI). Esso è una pratica molto utilizzata nel mondo orientale che cerca di stabilizzare i punti energetici dell’anima attraverso l’energia delle mani. In pratica, con particolari preghiere, riti, invocazioni, la mia anima comunica con l’energia superiore donando armonia al paziente fra i diversi campi energetici della psiche.

Hai vinto numerosi premi. Sovente ne abbiamo parlato, tramite le nostre interviste. Nel maggio di quest’anno, tuttavia, hai conseguito un importante riconoscimento internazionale a Vrbas, in Serbia. Hai già accennato qualcosa prima. Ce ne parli?

Sì! Dieci poesie in lingua inglese sono state tradotte in serbo e pubblicate nella facoltosa antologia letteraria “Trag”. Fu la mia amica poetessa serba Zdravka Babic a contattarmi e a permettermi la partecipazione al prestigiosissimo Festival della poesia giovanile presso la Biblioteca Nazionale "Danilo Kiš", a Vrbas organizzata da Labudović Šarlo, Presidente del festival e Segretario, a Бранислав Зубовић, Scrittore, Membro dell’Associzazione degli scrittori della Vojvodina e dell'Associazione degli scrittori di Serbia.

Sempre in quel periodo, maggio di quest’anno, sei stata nominata Poeta di fama internazionale e amministratrice del gruppo di “Poesia della Visione Globale”. È così?

Sì! Il poeta, avvocato, traduttore e ricercatore indiano Vendhan Ezhil mi ha nominata Poetessa dalla fama internazionale e amministratrice del gruppo di poesia “GLOBAL VISION POETRY” all’interno del quale si discute di cultura poetica e linguaggio poetico.

Ho saputo che sei stata impegnata anche con il film “L’amica geniale – Storia del nuovo cognome” di Elena Ferrante. Confermi la notizia?

Sì! È stata un’esperienza bellissima all’interno della quale ho potuto vivere l’arte in una forma nuova! Spesso, quando si guardano i film, ci si limita a quei minuti di gioia, felicità, rabbia ma non si sa cosa si cela, realmente, dietro ad essi. Poter assistere al montaggio dei set, alle scelte delle luci, al momento giusto di pioggia o vento, alla lacrima spontanea, è davvero un’emozione unica! Pensa, una semplice scena è stata girata almeno 10 volte!

I tuoi versi, sovente, sono pubblicati in altre lingue. Cosa significa per te, leggere le tue parole che hanno un altro suono e un’altra melodia?

Avere la possibilità di leggere ed ascoltare i miei versi in altre lingue è un’emozione indescrivibile e ogni volta ho il magone. Sapere che le emozioni vissute nel momento della composizione di un verso sono conosciute, magari lette in chiave diversa da poeti cinesi, turchi, norvegesi, spagnoli, serbi, croati, sloveni, rumeni, russi, arabi rende condivisibile quell’energia che, fino a qualche anno fa, credevo “solo mia”. È straordinariamente stupendo tutto ciò!

Ricevi frequentemente elogi e complimenti. Quali sono quelli che ti commuovono di più?

Sono sicuramente quelli provenienti al di fuori dell’Italia perché inizi a concretizzare che il sogno della tua vita, pian piano, sta diventando realtà. Una frase molto bella di Maria Montessori recita: “Seppellitemi ovunque morirò, ve ne prego, non riportatemi in Italia perché io faccio parte di un unico organismo: l’Umanità Intera” perché Maria non apparteneva ad alcun luogo. Lei era di tutti.

Ci fai dono almeno di una tua lirica pubblicata all’interno della rivista letteraria Woman Words?

Adoro la cultura turca e la gente turca. Penso che la Turchia sia una terra da riscoprire e che noi Occidentali, soprattutto, possiamo ricercare in essa le nostre origini. Questa poesia Yakamoz, che in turco significa “Specchio di luna nell’acqua” penso che sia il connubio perfetto fra Oriente ed Occidente dove la diversità si tramuta in ricchezza per entrambi i Mondi da usare e sperimentare all’insegna dell’Amore.

Prego, Anna.

 

YAKAMOZ

 

Nuova ispirazione, inonda,

la mia vita senza sosta

profumi di luna, nascenti, di soppiatto

scherzano con garbo, in entusiasmo

un’ora prima del tramonto

quando il mare si richiude

con silenzio e grande attesa

tutto in blu si ridecora.

Lo spettacolo si schiude

è l’ora della festa

oro, blu e turchese

dai gabbiani in riva al mare

fra l’Asia e un po’ d’Europa

si riflettono al confine, in armonia

regalando un nuovo sogno, speranza mondiale

d’un viaggio eccezionale, un acquario naturale

per vivere ogni volta, con l’amore ancor profondo

sfiorando verso Oriente

il riflesso della luna, nuova nota scintillante

quando solo il plenilunio

nell’orchestra può danzare

 

Tu canti sovente l’Amore. Che cos’è per te, il nobile sentimento per eccellenza?

L’amore è l’energia universale ed inesauribile (REI) espressa in modi diversi da tutti i popoli. L’amore è una voce che risponde ad un’altra voce. Ogni voce ha il suo timbro ed ogni timbro ha il suo segreto ed ogni segreto il suo percorso ed ogni percorso il suo mistero.

Quali sono le tue prossime tappe culturali ed editoriali?

La mia raccolta poetica “IL KARAOKE DEL NIRVANA” a breve andrà alle stampe. Essa è la mia terza raccolta poetica ma la prima delle tre “tappe”, una sorta di matrioska che racchiude la radice, l’albero crescente e l’albero con i frutti fino a giungere all’albero maturo che porterà all’Albero della Vita. Questo percorso si distacca totalmente dalle precedenti raccolte poetiche “MAGIA D’AMORE e PUNTO – Oltre l’Orizzonte” perché è presente più spiritualità e si evince un netto cambiamento sia sul piano sentimentale che sulla mia personale idea di considerare il destino grazie soprattutto all’aiuto di un particolare studio di filosofia buddista tibetana.

MICHELE BRUCCHERI