Incontri

 
     
FONDI (LATINA), TRA RICORDI E VALORI “IL PASSATO NEL PRESENTE” DELLA SCRITTRICE VALERIA MASSENZI

FONDI (LATINA), TRA RICORDI E VALORI “IL PASSATO NEL PRESENTE” DELLA SCRITTRICE VALERIA MASSENZI

lug 11 2019

di MICHELE BRUCCHERI – LA PRESENTAZIONE. Domani pomeriggio presso il Castello baronale, con il patrocinio del Comune. L’autrice romana sta lavorando al suo quarto libro 

 
 

 

Con il patrocinio del Comune di Fondi (Latina), domani si presenta il nuovo libro della brava scrittrice romana Valeria Massenzi. “Il passato nel presente” (26 Lettere Edizioni) è la sua fresca opera, un volume che rappresenta – come racconta a La Voce del Nisseno (versione online) – “un ritorno ad una quotidianità schietta, fatta di rapporti umani, in cui l’infanzia appare un’età unicamente felice”.

 

Valeria Massenzi, che ha un forte legame con la città di Fondi, farà conoscere la sua nuova “creatura” nel luogo emblematico della ridente cittadina della Piana, ovvero nel Castello baronale (alle ore 18.30). L’ingresso, ovviamente, è libero. Con sguardo pieno di gioia, con un po’ di nostalgia ed esemplare semplicità racconta i suoi ricordi.   

 

“Quando a merenda si mangiava pane e olio oppure pane burro e zucchero, e i bambini non erano iperattivi ma solo vivaci - prosegue l’autrice romana -. Quando ci si divertiva giocando all’aria aperta, disegnando con un gessetto una campana per strada oppure gareggiando in un prato a ruba bandiera; quando non esistevano i videogiochi o i cellulari e la famiglia era il fulcro intorno al quale ruotava tutto: l’Italia degli anni Settanta e Ottanta era un mondo in cui si aveva poco ma non mancava nulla”.

 

Riavvolge il nastro dei ricordi, Valeria Massenzi. Laureata in Lettere – Dams presso l’Università di Roma Tre, si occupa da diversi anni di scrittura e ha collaborato mirabilmente con varie produzioni cinematografiche e televisive. Nel 2007, un suo progetto di miniserie, scritto insieme a Massimo De Pascale, è stato finalista al Roma Fiction Fest. Due anni dopo, collabora alla realizzazione del corto Vite parallele, diretto da Fulvio Spagnoli, che vince poi il primo premio al Festival del Cortometraggio di Roma.

 

Nel 2010, Valeria Massenzi ha pubblicato il suo primo romanzo, Primavera a novembre, e nel 2014 Feisbuk. Tra vip e svip. Collabora da anni, in qualità di autrice, con il portale Dol’s Magazine. Vive a Roma e sta lavorando alacremente al suo quarto libro, un romanzo ambientato nell’Italia degli anni Quaranta.

 

Un libro interessante, con varie sorprese. Top secret. Qualcosa verrà svelato direttamente dall’autrice domani pomeriggio. “Tuttavia – continua Valeria Massenzi – ci sono due eventi di cronaca terribile di quegli anni. Mi riferisco alla tragedia di Vermicino e al massacro del Circeo. E poi, ancora, la scuola degli anni Settanta, il primo incontro con Renato Zero. Abitavamo sulla stessa strada e lui non era ancora famoso”.  

 

Valeria Massenzi, di cui mi onoro di essere suo amico, che ho intervistato varie volte, domani sera proietterà il suo “film”, condividerà i suoi ricordi, ma soprattutto ci ricorderà i veri, autentici, intramontabili valori (oggi spesso in crisi). Ci farà capire e ci indicherà quali sono i capisaldi della società e non le meteore effimere, superficiali e sovente dannose. Un incontro culturale di grande spessore intellettuale ed etico, da non perdere.

 

MICHELE BRUCCHERI