Incontri

 
     
NAPOLI, “LIBRI IN FESTA” PER TRASMETTERE AGLI ALUNNI LA CULTURA NELLE SUE VARIE FORME

NAPOLI, “LIBRI IN FESTA” PER TRASMETTERE AGLI ALUNNI LA CULTURA NELLE SUE VARIE FORME

giu 10 2019

di DANIELA VELLANI – L’INIZIATIVA. Manifestazione scolastica organizzata dal 38° Circolo Didattico, guidato da Marina Esposito. La nostra mente è una libreria. I dettagli su La Voce del Nisseno  

 
 

 

Amore per il libro, cultura, solidarietà, impegno, collaborazione, passione, entusiasmo, motivazione e voglia di stare insieme costruttivamente sono solo alcuni degli ingredienti che hanno caratterizzato “Libri in festa”, la manifestazione scolastica, organizzata dal 38° Circolo Didattico di Napoli diretto dalla dirigente scolastica, Marina Esposito, che si è svolta nei giorni scorsi. Si è trattato di una vera e propria festa che ha coinvolto gli alunni dei plessi Quarati, Morelli, Belvedere (Primaria e Infanzia) e Falcone (Infanzia).


La manifestazione, svolta nell’ottica della promozione del libro e della lettura in tutte le sue forme, è giunta alla quattordicesima edizione con consenso e successo.

 
 

Da qualche anno organizzata dalla docente Rita Rianna, è stata curata nelle minuzie senza trascurare nulla: dall’accoglienza agli aspetti tecnici, dai reading ai laboratori grafici. Ha visto la partecipazione di tutte le docenti del circolo che si sono adoperate nel corso dell’anno, intraprendendo percorsi variegati che sono poi confluiti nella produzione di un libro. 


Si è trattato, dunque di un proficuo ed encomiabile maxi lavoro di equipe che ha fatto emergere, altresì, potenzialità espressive negli alunni con la scoperta in alcuni di capacità di cui non erano consapevoli. E non è mancato l’impatto emotivo!

Molto soddisfatti i bambini che hanno svolto un triplice ruolo: scrittori, disegnatori dei libri realizzati da loro e lettori dei libri degli autori/illustratori intervenuti alla manifestazione: Gianpaola Costabile, Chiara Patarino, Silvana Rinaldi, Cristiano Sorrentino e Daniela Vellani.  


La manifestazione è stata aperta al territorio con coinvolgimento delle famiglie, librerie (Iocisto) e case editrici (Roggiosi). Il plesso Morelli ha festeggiato la manifestazione per strada con performance che hanno stuzzicato l’attenzione non solo dei familiari invitati, ma anche di molti passanti. 

 
 

Il suo fine è stato quello di trasmettere agli alunni la cultura nelle sue diverse forme di linguaggio: dalla lettura alla scrittura, dall’arte figurativa alla musica. Ciò allo scopo di “unire”, nutrire la mente, aprirsi al prossimo in un discorso di solidarietà, cooperazione, inclusione, rispetto e soprattutto amore.


Il libro è uno strumento importante, efficace, diretto che consente di conoscere meglio se stessi, gli altri e la realtà circostante, costruendo persone migliori e cittadini consapevoli. I bambini devono imparare ad amare la lettura e a diventare essi stessi i protagonisti di questa importante attività. Appuntamento, dunque, alla prossima edizione perché… “la tua mente è la tua libreria di ciò che hai letto…” (Lailah Gifty Akita).

 

DANIELA VELLANI