Incontri

 
     
NAPOLI, ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO UNA PREZIOSA LEZIONE SUL JAZZ

NAPOLI, ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO UNA PREZIOSA LEZIONE SUL JAZZ

mag 21 2019

di DANIELA VELLANI – L’INIZIATIVA. Domande a raffica per sapere. La scuola diretta dalla professoressa Chieffo è all’avanguardia. Il resoconto per La Voce del Nisseno dalla nostra corrispondente 

 
 

 

All’Istituto Comprensivo Nevio di Napoli si torna a parlare di Jazz! “Che cos’è il jazz?”. “Perché ha deciso di scrivere un libro di jazz rivolto ai ragazzi?”. “Quando è nato il jazz?”. “Quando ha iniziato a suonare il sax?”. “Cos’erano le cutting contest?”. “Cosa sono le improvvisazioni jazz?”.

 

“Pubblicherà altro?”. “Quanto tempo ha impiegato per scrivere il libro?”. “Chi è il suo musicista preferito?”. “Qual è il suo strumento preferito?”. “Perché ha scritto che l’unica cosa che i bianchi non riuscirono a togliere ai neri fu la musica?”. “Ci suona un brano al sax?”. “Perché il testo è scritto sotto forma di copione teatrale?”. “Ci canta una canzone?”. “Che cos’è lo scat?”. “Da quali e quanti musicisti è composta una jazz band?”. “Cos’è una jam session?”. “E’ vero che spesso le musiche dei cartoon come Pantera Rosa sono brani jazz?”. “Perché ha dedicato il libro a suo padre e non a entrambi i genitori?”. “Quando hai iniziato a studiare la musica?”. “Perché ha deciso di suonare proprio questo strumento?”. “Perché ha scelto di cantare jazz e non un altro genere?”.

 

Queste sono solo alcune delle domande fioccate con grande interesse dagli alunni dell’I.C. Nevio di Napoli che hanno posto ai protagonisti dell’evento, “Incontro con l’autore”, organizzato dalla professoressa Donatella Pinto, che si è svolto ieri. L’incontro, che ha coinvolto diversi alunni dell’Istituto, con la dirigenza della professoressa Maria Loreta Chieffo, è stato la conclusione di un intenso percorso formativo-didattico progettato dalla professoressa Pinto che ha previsto la lettura e l’approfondimento della prima parte del libro “Ragazzi, voglio raccontarvi una storia jazz!”, un singolare manuale sulla storia del jazz a firma di Daniela Vellani, docente, scrittrice e pubblicista.

 

L’autrice e due ospiti speciali, per dirla in linguaggio musicale special guest, il M° Giulio Martino, sassofonista e docente di musica d’insieme presso il dipartimento di jazz del conservatorio di Napoli San Pietro a Majella, e la talentuosa cantante jazz Emilia Zamuner, pluripremiata e recentemente reduce dal conseguimento di un ambito riconoscimento al concorso internazionale “Ella Fitzgerald competition”, con l’organizzatrice in qualità di moderatrice, hanno interagito con gli alunni in modo coinvolgente. I ragazzi hanno dimostrato interesse e con avidità hanno posto un ventaglio di svariate domande con cui si è potuto spaziare su una molteplicità di argomenti legati dal fil rouge del jazz: dalla tratta dei neri ai canti nelle piantagioni, dal concetto di libertà alla voglia di riscatto sociale, dalle improvvisazioni alla definizione di standard, da cenni alle storie di alcuni jazzisti famosi alle caratteristiche degli strumenti musicali e così via.  

 

Non sono mancati i momenti musicali che hanno consentito agli alunni di entrare vivamente nell’oggetto di studio. Le affascinanti note sprigionate dal sax, dopo averne analizzato le peculiarità, hanno descritto sonorità blues e melodie anche improvvisative, mentre la meravigliosa voce della Zamuner, con giochi vocali e scat conquistavano la platea. Bella anche la partecipazione degli alunni che battendo le mani o schioccando le dita nei giusti tempi hanno dimostrato progressivamente di coglierne il giusto ritmo.

 

C’è stata grande soddisfazione per tutti e il tempo trascorso, un paio di ore circa, è sembrato un attimo, perché quando si vivono momenti belli è insaziabile. Un motivo in più per ripetere l’esperienza il prossimo anno scolastico, a completamento della lettura del libro.

 

DANIELA VELLANI