Incontri

 
     
NAPOLI, EMOZIONI E SUGGESTIONI CON L’ENSEMBLE LIRICO STRUMENTALE ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO

NAPOLI, EMOZIONI E SUGGESTIONI CON L’ENSEMBLE LIRICO STRUMENTALE ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO

mar 18 2019

di DANIELA VELLANI – IL RESOCONTO. Musica bella e di classe con “L’estro della romanza – le più belle melodie per tenore”. Secondo evento della rassegna Music Festival 2019 

 
 

 

Nei giorni scorsi, presso il teatro del plesso Cinquegrana dell’I.C. Nevio di Napoli con la direzione della Prof. Maria Loreta Chieffo, si è svolto il secondo evento della rassegna Music Festival 2019, con la direzione artistica e l’organizzazione del M.° Michelangelo De Luca che si avvale anche del supporto del Centro studi Mousikè. Protagonista della serata è stato l’Ensemble Lirico Strumentale che ha presentato “L’estro della romanza - le più belle melodie per tenore”.

 

L’ensemble, costituito dal tenore Sergio Dragone, il clarinettista Piero Pellecchia e la pianista Rossella Vendemia, ha condotto il pubblico in uno splendido viaggio musicale, presentato con arrangiamenti originali e raffinati. L’affiatamento tra i musicisti, la tecnica accurata, l’originalità e il grande talento di ciascuno hanno dato corpo ad uno spettacolo unico, di gran classe e indiscutibilmente bello che ha regalato emozioni e suggestioni.

 

L’esecuzione dei brani è stata preceduta da interessanti e accurate descrizioni storiche e aneddotiche, a cura della talentuosa pianista, che non solo sono state arricchenti, ma hanno stuzzicato la curiosità. La sequenza è stata corposa e variegata, con un’armoniosa alternanza di brani strumentali e cantati.

 

In apertura una splendida esecuzione di brani della Carmen di Bizet e del Barbiere di Siviglia rivisitati da Cognazzo. I fraseggi del clarino s’intersecavano con i ricami al pianoforte ed entrambi dipingevano le famose melodie con colori di note unici e coinvolgenti. Subito dopo è entrato in scena Sergio Dragone che con una splendida voce tenorile ha interpretato superbamente Non ti scordar di me e Tu che m’hai preso il cor. Il concerto proseguiva con celeberrimi brani presentati in medley assemblati e arrangiati ancora una volta da Cognazzo come “divertimenti napoletani” e un “girotondo su Nino Rota”. Dopo le citazioni del M° Rota, la focalizzazione sulle colonne sonore di film è proseguita con le suggestive esecuzioni di due premi Oscar. 

 

La voce dal timbro possente e intenso di Dragone regalava ancora emozioni con celeberrimi brani di Puccini e alcune canzoni napoletane come ‘O marenariello e Dicintancello vuie. Naturalmente non è mancato il bis, un altro omaggio alla canzone napoletana classica, con cui in modo corale si è concluso un concerto di altissima qualità che ha soddisfatto tutti, musicisti e pubblico. Appuntamento ai prossimi eventi: giovedì 21 marzo “Il ‘700” con il Novapolis Ensemble, giovedì 4 aprile “Il canto di Euridice” con l’associazione Mousikè, giovedì 11 aprile “Melos” con il Novapolis Ensemble.

 

DANIELA VELLANI