Incontri

 
     
“STORIE DI DONNE” A FROSINONE CON L’ATTRICE MARIA GRAZIA CUCINOTTA

“STORIE DI DONNE” A FROSINONE CON L’ATTRICE MARIA GRAZIA CUCINOTTA

nov 28 2018

Redazione Online – L’EVENTO. Iniziativa organizzata dall’associazione culturale “Occhio dell’Arte” di Lisa Bernardini, con il patrocinio del Comune. Il resoconto su La Voce del Nisseno  

 
 La prima fila all'evento

 

La rassegna “Storie di donne”, organizzata dall’associazione Occhio dell’Arte con il patrocinio del Comune di Frosinone, ha compreso, oltre alla mostra che sarà visitabile negli spazi della villa comunale fino a domani, anche un evento no profit, in omaggio al mondo femminile e contro la violenza sulle donne, che si è  tenuto sabato scorso  nell’auditorium "Paris" del Conservatorio Refice di Frosinone, eccellenza del territorio diretta dal Maestro Alberto Giraldi. Madrina della serata, l’attrice Maria Grazia Cucinotta.

 

L’ingresso è stato gratuito. Sono state raccolte, tuttavia, offerte libere il cui ricavato è stato devoluto totalmente all'Ordine dei Cavalieri di Malta, un’istituzione che, nel corso della sua millenaria esistenza, si è sempre distinta per la difesa della dignità umana e l’assistenza alle persone nel bisogno.

 

La scaletta di sabato, dunque, ha previsto  proiezioni sul tema dell’universo femminile, confronti  riguardanti la valorizzazione della donna nel contesto sociale (con ospiti provenienti dal mondo delle professioni, della cultura, dell'informazione e del volontariato), reading poetici a cura del direttore di doppiaggio Giovanni Brusatori e un concerto classico ad opera del Conservatorio di Frosinone con la direzione artistica del Maestro Gianluigi  Zampieri.

 

Il programma della serata ha incluso l’esecuzione di celebri colonne sonore: tra gli ospiti, il Maestro Franco Micalizzi, noto compositore internazionale e direttore d'orchestra, che personalmente ha guidato un arrangiamento studiato per l'occasione de "L'Ultima Neve di Primavera",  e il Maestro Héctor Ulises Passarella, famoso in tutto il Mondo per il suo  bandoneon.

 
 Maria Grazia Cucinotta e Lisa Bernardini

 

Il M° Passarella ha chiuso la serata, insieme all'Orchestra prescelta per l'occasione, con il  brano “Suite Rio Platense” (I movimento).  Presente anche l'interprete Pamela D'Amico, specializzata in repertorio di musica portoghese e brasiliana. La manifestazione è stata condotta magistralmente dall'inviata Rai Camilla Nata, con la direzione artistica di Lisa Bernardini, pierre e presidente dell'associazione culturale Occhio dell'Arte.

 

L’evento ha voluto essere uno straordinario tributo alle donne, a quell'universo femminile così variegato, fonte di ispirazione di innumerevoli capolavori. Centrale l'accento posto nella serata contro la violenza femminile. A parlare sul palco del tema è stata, nello specifico, la dottoressa Virginia Vandini (Sociologa, Socioanalista, Supervisor-Trainer Counselor, nonché Direttrice Centro Italiano Counseling Umanistico e presidente de Il valore del femminile), che ha ribadito come il contrasto alla violenza di genere parta da un profondo cambiamento culturale che la società deve essere pronta ad attuare nei contesti familiari e sociali. 

 

Per l’occasione, Maria Grazia Cucinotta ha ritirato un prestigioso riconoscimento firmato dallo scultore Tonino Santeusanio dal titolo "Evoluzione", conferito dal Comune di Frosinone in collaborazione con il Photofestival "Attraverso le pieghe del tempo", in onore della carriera professionale in cui si è distinta e che ha portato lustro al genere femminile e al nostro Paese.

 

Una serata elegante e raffinata, in cui Cultura, Musica e Poesia si sono unite per sostenere in maniera convinta un NO alla Violenza contro le Donne. L'artista Marilena Spiridigliozzi in serata ha esposto all'ingresso dell'Auditorium un suo quadro dal titolo Lunadonna - tecnica mista acrilico su tela, che è stato donato all'Ordine dei Cavalieri di Malta. Artista e stilista, creatrice della Maison Mariel, apprezzata in Italia e all'estero, lanciata da poco anche nel mercato arabo, Marilena Spiridigliozzi partorisce opere caratterizzate da poesia e femminilità.

 

Tra i circa 300 ospiti intervenuti all'evento, ricordiamo: Sylvia Irrazabal (responsabile culturale dell'Ambasciata dell'Uruguay in Italia), Sergio Bartalucci (fisico dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Frascati) e l'attrice Adriana Russo.