Incontri

 
     
NAPOLI, L’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO DIRETTO DA MARIA LORETA CHIEFFO È UNA VERA ECCELLENZA

NAPOLI, L’ISTITUTO COMPRENSIVO NEVIO DIRETTO DA MARIA LORETA CHIEFFO È UNA VERA ECCELLENZA

giu 16 2018

di MICHELE BRUCCHERI – Bilancio positivo per questa scuola viva e creativa. Numerosi i progetti portati avanti. Tutti con entusiasmo e con grande successo  

 
 Nelle foto, alcune attività a scuola. Sotto, la dirigente scolastica Maria Loreta Chieffo 

 

 
 

Una scuola viva, stimolante e creativa dove ciascun alunno mette a frutto le proprie risorse, dove la diversità è un arricchimento, dove l’inclusione è occasione di crescita per l’intera comunità, dove le eccellenze ricevono le giuste attenzioni e dove l’armonia e la voglia di stare insieme, grandi e piccoli, è il pane quotidiano: sono solo alcuni degli ingredienti che caratterizzano l’Istituto Comprensivo Nevio di Napoli guidato dalla dirigente professoressa Maria Loreta Chieffo.

 

L’anno scolastico volge al termine con un bilancio positivo. Maggio e giugno sono stati pregnanti di eventi, nati dall’impegno profuso e dalla grande professionalità, oltre che dalla passione e dall’amore che accompagnano giorno per giorno tutto il personale della scuola assieme ai suoi alunni e alle loro famiglie. A fianco allo svolgimento delle programmazioni delle diverse discipline, nell’istituto si sono svolte attività e PON legate dal fil rouge dei linguaggi creativi e delle tecnologie avanzate che, attraverso il teatro e la grande varietà di laboratori, hanno spaziato dallo sport all’informatica, dalla scrittura creativa alla musica, dalla ceramica al giardinaggio, dalla gastronomia al giornalismo, dalla madre lingua di inglese a quella in spagnolo, dal coding ai viaggi nell’arte tra miti e leggende. In una scuola aperta all’arte e alla cultura a trecentosessanta gradi, gli alunni hanno così avuto l’opportunità di effettuare scelte che permettessero loro di seguire inclinazioni ed interessi, scoprendo talenti e risorse.

 

Con un cartellone di eventi ricco e variegato, alcuni progetti si sono conclusi con eventi pubblici che hanno riscosso notevoli consensi. Giovedì 17 maggio all’interno del teatro del plesso Cinquegrana quasi cinquanta alunni si sono esibiti in una rappresentazione teatrale con cui hanno raccontato, recitando, suonando, cantando e ballando, la storia del jazz.  La professoressa Daniela Vellani (giornalista e corrispondente per il nostro periodico d’informazione La Voce del Nisseno) ha curato la regia e i testi, mentre la professoressa Luisa Rauccio l’arrangiamento dei brani musicali selezionati, il canto e gli interventi tecnici multimediali, oltre che gli accompagnamenti musicali live.

 

Lunedì 21 maggio, sempre nello stesso teatro, è stata la volta del coro polifonico di voci bianche diretto dal M° Rosario Totaro con la collaborazione del M° Pier Paolo Liguori e il M° Carlo Starita. Ben quarantacinque alunni di diversa età, da quelli della scuola dell’infanzia a quelli della media di primo grado, si sono esibiti in modo eccellente. Lo spettacolo è stato articolato in due momenti molto impegnativi: una messa cantata interamente in latino e la descrizione della natività attraverso nove quadretti. Con grande successo il concerto è stato replicato anche presso la storica e suggestiva chiesa del Carmine al cospetto di un folto pubblico. Il giorno dopo (22 maggio) si è svolto il saggio di strumenti musicali. Guidati dai docenti Michelangelo De Luca per le percussioni, il professor Sergio Giarrusso per la chitarra, la professoressa Donata Greco per il flauto traverso, le professoresse Luisa Rauccio e Lucia Vitangelo per il pianoforte, quaranta alunni si sono esibiti evidenziando non solo le tecniche acquisite, ma anche padronanza e talento.

 
 

 

Nei giorni scorsi (6 e 7 giugno) con la regia della docente Delia Saccone i bambini della primaria si sono esibiti in uno spettacolo originale e divertente consistente in “Il viaggio di Ulisse”, una accurata e originale rilettura dell’Odissea. Oltre agli spettacoli pubblici, grazie alle proficue attività sono stati conseguiti premi e realizzati progetti notevoli. La famosa scrittrice Antonella Cilento, finalista del Premio Strega e responsabile di Lineascritta, con la collaborazione delle professoressa Rosanna Cucinella e Antonella Cardea, ha condotto brillantemente un corso di scrittura creativa che ha coinvolto ben venticinque bambini di quinta elementare e che si è concluso con la pubblicazione di un libro che raccoglie i loro bellissimi racconti. Sempre nell’ambito letterario, ben 25 alunni di diverse classi della scuola media hanno fatto parte della giuria del premio letterario “Il borgo italiano”.

 

L’alunno Simone Petraccone, frequentante la scuola media, si è classificato primo in Italia, per le semifinali, nella gara di matematica Kangurou a cui hanno partecipato migliaia di alunni provenienti da tutto il territorio nazionale. Il fratello Luca, della scuola primaria, è giunto alla finale. In rappresentanza dell’Istituto Comprensivo, un gruppo di alunni, guidato dalle professoresse Antonella Cardea, Giovanna Casola e Teresa Lattes, si sono classificati primi alla nuova edizione del premio letterario Leggend…aria.

 

Non è mancata la gastronomia: genitori e alunni, sotto la guida di Enzo Coccia della premiata e nota pizzeria napoletana “La Notizia”, con la collaborazione della professoressa Teresa Lattes e Patrizia Antonucci hanno imparato l’arte della più famosa pietanza partenopea. Grazie alle professoresse Letizia Maffei, Amelia Sessa, Consuelo Zarrilli, Alessandra Del Prete, Mariolina Mercogliano e Michelangelo De Luca, diversi alunni hanno avuto l’opportunità di partecipare a svariate attività, Giochi sportivi e Tornei studenteschi: dalla pallavolo maschile e femminile al tennis da tavolo, dal canottaggio al nuoto e al bowling.   

 

Le attività citate sono solo alcuni esempi di quando si è svolto nell’Istituto partenopeo, esempi di concreta e vera “buona scuola” che si apre al territorio e dà voce a ciascun alunno affinché con serenità e gioia possa esprimere al meglio le proprie peculiarità e conseguire una formazione completa. Un plauso va alla dirigente scolastica Maria Loreta Chieffo, ai numerosi docenti che danno il meglio per una scuola efficiente ed efficace non solo didatticamente e ai genitori, che assieme ad alunni e personale scolastico, scrivono belle pagine di storia.

 

MICHELE BRUCCHERI